Finanziamenti: in aumento le richieste dei pensionati Inps

By | 11 maggio 2015

Finanziamenti: in aumento le richieste dei pensionati Inps

finanziamenti

Buone notizie dal fronte del credito arrivano per voce della Crif, la società che gestisce i sistemi di informazioni creditizie nel nostro paese. Secondo l’ultimo report diffuso, infatti, i finanziamenti per i pensionati Inps sarebbero in forte aumento.

Questo è dovuto, principalmente, ad un aspetto sociale non trascurabile: con l’aumentare della disoccupazione aumentano, anche, i pensionati che si fanno carico dei problemi familiari e dei relativi debiti.

Visto che le banche chiedono garanzie che non tutti possono offrire ecco che spesso si ricorre ai prestiti per pensionati per far fronte a spese improvvise. Sono molti, poi, i pensionati che scelgono di aiutare figli o nipoti per quel che riguarda le spese relative all’istruzione o alla ristrutturazione di un immobile.

I finanziamenti per pensionati convengono?

Insomma i finanziamenti per i pensionati Inps rivestono un ruolo sempre più determinante nel panorama del credito italiano, specialmente in un momento come questo dove i tassi di interesse sono ai minimi storici.

Oggi vi sono numerosi istituti di credito che riescono ad erogare prestiti rivolti ai pensionati con tassi di interesse inferiori al 7%. Si tratta di prodotti estremamente convenienti che vengono erogati solo in presenza di determinate condizioni reddituali come, appunto, la pensione di anzianità.

Come detto, quindi, i prestiti per pensionati convengono perché offrono un accesso al credito veloce e conveniente. Al momento, infatti, tutti i principali istituti di credito erogano questi prodotti perfino a chi è stato segnalato come cattivo pagatore presso la centrale rischi di riferimento, ossia la Crif.

In questo caso, infatti, le banche erogano delle cessioni del quinto della pensione assicurandosi il pagamento delle rate da parte dell’Inps che, di conseguenza, tratterrà la relativa quota dalla pensione che verrà pagata al richiedente.

Prestiti per pensionati: occhio al tasso di interesse

Come abbiamo detto questo è un ottimo momento per chiedere un finanziamento di questo tipo ma bisogna prestare molta attenzione al tasso di interesse. E’ molto importante verificare il taeg e non il tan. Ma qual è la differenza tra questi 2 tassi di interesse che vengono applicati a qualsiasi finanziamento personale?

Il tan è il tasso di interesse che viene applicato al capitale erogato, mentre il taeg riassume tutti i costi connessi al finanziamento. Tanto per fare un esempio, specialmente sui piccoli finanziamenti per pensionati, capita di imbattersi in tan particolarmente vantaggiosi salvo poi dover far fronte a spese accessorie molto alte (come spese di apertura pratica o, ancora, spese per delibera) che vanno poi a far scemare il vantaggio di un determinato prodotto.

Proprio per questo consigliamo di fare un’attenta valutazione per scegliere il prestito per pensionati più conveniente. Una differenza di un solo punto percentuale può incidere in maniera significativa sul costo complessivo da sostenere.

Inoltre visto la grande quantità di banche e finanziarie pronte ad erogare un prestito per pensionati non dovrebbe essere troppo difficile riuscire a trovare un prodotto con condizioni davvero vantaggiose.