Secondo Morgan Stanley il Petrolio potrebbe cadere ancora di più

By | 15 settembre 2015

E’ stato un anno molto difficile per i prezzi del petrolio. Prezzi che sono crollati di oltre il 50%. Ma dove è diretto il petrolio in futuro? Nessuno lo sa, ma degli autorevoli analisti hanno fatto un’analisi che sembrerebbe promettere bene.

petrolio

I prezzi, come tutti più o meno sanno, sono crollati da i 100 dollari alla fine del 2014, per poi avere un lievissimo recupero all’inizio dell’estate, e poi ora sono caduti fino a circa $ 44 al barile.

Adesso arriva una nuova fonte molto autorevole, che sta spingendo verso il basso, in maniera diametralmente opposta a Goldman Sachs.

Si tratta di Morgan Stanley.

Attualmente, alcuni esperti ritengono che il petrolio potrebbe tornare verso l’alto. Goldman Sachs e i suoi analisti guidati da Jeffrey Currie ha recentemente pubblicato una nota che suggerisce che potrebbe potenzialmente cadere a $ 20 al barile, come avevamo specificato la scorsa settimana.

Nel frattempo, altri analisti come riportato su www.comefaretradingonline.com/investire/, hanno fatto una previsione leggermente più ottimistica. In una recente nota ai clienti di Morgan Stanley, Adam Longson ha condiviso un grafico che mostra come il suo team di ricerca vede il Petrolio evolversi attraverso varie fasi entro il 2018.

“Si tratta di un calo causato dall’offerta, cali che in genere richiedono più tempo per avversarsi”, ha scritto Longson. “La maggior parte dei grandi cali dei prezzi nel corso degli ultimi 25 anni sono stati causati dal calo della domanda, che può arrivare in tempi relativamente brevi. La crisi attuale è invece causata dall’offerta, in maniera simile al 1986. Anche se non vediamo una flessione decennale”.

Longson e il suo team hanno delineato quattro fasi specifiche in questo recupero:

Oggi – fino a metà 2016: eccesso di offerta e recessione del Petrolio. (Petrolio in bilico tra $ 45 a $ 50)

Q4 2016: riequilibrio iniziale e recupero. (Petrolio in aumento da $ 60 a $ 65)

All’inizio 2017: recupero. (Petrolio a circa $ 75)

2018: la normalizzazione. (Petrolio a circa $ 85)

Da qui al 2018 quindi, ci dovrebbe essere un pieno recupero da parte di questo mercato. Dal 2018 in poi, nessuno sa però cosa succederà.

Spargi la voce!Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUponShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *