Come si riproducono gli animali? Ecco a voi i 10 casi più strani!

By | 1 dicembre 2014

Come si riproducono gli animali? Ecco a voi i 10 casi più strani!
animali cani e gatti
1. I leoni africani. Il leone è noto come il re degli animali, il leone maschio pesa tra i 150 e i 225 kg e vivono intorno ai 10-14 ani. I leoni si riproducono solo una volta all’anno ma quando lo fanno, lo fanno sul serio. Infatti si riproducono per 4 giorni quasi senza sosta e possono avere anche trenta rapporti al giorno. Durante il periodo di accoppiamento la coppia ovviamente non va a caccia. La gestazione dura tra i 100-120 giorni e la femmina partorisce da 1 a 4 leoncini.

2. Vecchiette arzille. Sembra proprio che le capre femmine di età avanzata sentano il bisogno di dare un piccolo incoraggiamento sessuale ai giovani maschi. La maggior parte delle razze raggiungono la pubertà tra i 5-10 mesi di vita. La durata della gestazione varia da 144-151 giorni.

3. Ciclidi. La riproduzione dei Ciclidi è davvero strana e sono probabilmente l’unica specie sul nostro pianeta a riprodursi per via orale. Quando un maschio incontra una femmina le deposita le uova in bocca e le feconda, lei porta le uova nella sua bocca fino al momento in cui si schiudono. Tutto questo dura in media 21 giorni ma può variare a seconda delle specie.

4. La rana pescatrice. L’accoppiamento è davvero strano e scioccante, quando un maschio incontra una femmina, la afferra con i suoi fortissimi denti e le si attacca perdendo gli occhi e tutti gli organi interni, tranne i testicoli! Gli esemplari maschi purtroppo hanno un’esistenza poco fortunata.

5. Gobbo mascherato argentino. E’ una paperella dall’aspetto gentile, probabilmente anche buona da mangiare. Le sue doti però sono nascoste, una papera dalla lunghezza di 20 cm nasconde un pene di ben 45 cm.

6. Ippopotamo. Gli animali utilizzano modi strani e diversi nel rituale di accoppiamento. Per un ippopotamo non c’è nulla di più buono del fango, eccetto gli escrementi! Questi sono il mezzo più sicuro per un maschio per trovare una femmina e accoppiarsi. Infatti l’ippopotamo maschio sale su un enorme ammasso di escrementi freschi e poi li spruzza in tutte le direzioni con la sua coda spalmando la femmina con la sua enorme quantità di feci.

7. Il mammo. Il mammo si intende per i cavallucci marini perché i ruoli sono invertiti! Infatti sono le femmine che impiantano le loro uova nel maschio e lo fecondano e questo dovrà portare avanti la gravidanza! Ancora più strano è che un cavalluccio marino porta nel suo grembo oltre 200 esemplari di cuccioli!

8. Le lucertole Teiidae. Esistono come esemplari solo femmine e si riproducono in modo davvero strano infatti si auto-clonano per poi trovare una femmina dato che maschi non ce ne sono e mettono in atto un rituale omosessuale nel quale una delle due interpreta la parte del maschio.

9. Polipi Argonauti. Questo mollusco ha un comportamento insolito nell’accoppiamento: scarta il suo pene dopo la copulazione, e gliene cresce uno nuovo pronto per avere rapporti sessuali il giorno successivo. Il povero esemplare maschile può solo assistere al rapporto tra il suo membro e la femmina!

10. E come ultimo strano modo di accoppiamento troviamo le cimici. Si può dire che le cimici fanno l’amore a pugnalate, quando non dormono o non mangiano infatti si riproducono. Dove pungono non ha importanza, il loro membro funziona come una siringa che inietta nel corpo del partner una dose di spermatozoi.