Quanto è affidabile la cartomanzia a prezzi stracciati

By | 5 aprile 2019

Affidabilità cartomantiChi si affida ad un cartomante è perché ha dei dubbi su qualcosa che lo assillano. Se dopo averlo fatto la prima volta continua a farlo è perché ha avuto dei risultati da questo consulto. Per risultati non si deve intendere che le carte hanno fatto in modo che si esaudisse un desiderio, non hanno questo potere. Le carte, dal modo in cui si abbinano, grazie alla capacità del cartomante di leggerle, danno delle risposte a delle domande e chiariscono il quadro in cui si inserisce il dubbio che assilla il consultante. E qui arriviamo al nocciolo della questione di cui stiamo parlando, ossia se la cartomanzia a prezzi stracciati è affidabile.

Non è la cartomanzia, se affidabile o meno, ad essere messa in discussione, ma il cartomante. Come dicevamo prima, il cartomante è colui o colei il quale interpreta le carte, quelle che sono scese sul tavolo e come si sono disposte. Se il cartomante è una persona di esperienza, con la giusta sensibilità, che tiene in considerazione tutti i fattori determinanti, che sente anche lo stato d’animo del consultante, allora il responso avrà la sua validità. Se a contrario il cartomante non è proprio un cartomante ma qualcuno che, non sapendo cosa altro fare, si è improvvisato tale, per poter tirar su qualche soldo, allora il responso non ha la stessa valenza.

La validità di un consulto non dipende da quanto lo paghi

Tutta questa premessa, che può sembrare scontata, invece non lo è, perché il consulto, più o meno valido che possa essere, dipende dal cartomante, non da quanto fa pagare. Ci sono cartomanti bravissimi che forniscono servizi di cartomanzia a basso costo da cellulare e cartomanti che si millantano tali che si fanno pagare oro il niente che sanno fare. Ma questo, se ci pensi, succede nella vita di tuti i giorni. Quante volte ti sei detto che una cosa che hai comprato non vale il prezzo che hai pagato e al contrario altre volte hai apprezzato una cosa che hai pagato poco ma che era assolutamente appropriata per quello per cui ti serviva? Molte volte, sicuramente.

Con la cartomanzia è lo stesso, con un’aggravante nel saper riconoscere il valore del servizio fornito. Determinare se hai avuto un buon consulto e lo hai pagato a prezzi stracciati o se non sei stato soddisfatto pur avendolo pagato molto è più difficile che se avessi comprato un cavatappi. Se questo cavatappi è brutto stilisticamente, lo hai pagato poco ma lo usi da due anni, probabilmente è stato un buon acquisto. Se lo hai pagato molto e dopo due mesi inizia ad allentarsi il manico con cui giri la punta a spirale, pur se bello, è stato un brutto acquisto. Ma il cavatappi è una cosa concreta, reale, che puoi toccare con mano. La cartomanzia no.

La cartomanzia è una fede, è qualcosa che sa dare risposte, che tu devi riuscire a far tue andando ad intervenire sulla cosa che creava il problema. Se il manico del cavatappi si allenta è una questione di materiali e assemblaggio, se un responso non è quello che volevi tu, non significa che il cartomante non è bravo. Se il cartomante ti dice che vede dalle carte che il rapporto è finito perchè in gran parte è stata a causa tua, tu non puoi pensare che il cartomante non capisca niente, devi essere in grado di metterti in discussione. Poi magari, andando a fondo, è vero che il cartomante non è bravo, ma questo non dipende dal prezzo e basta.

La tariffa è decisa dal cartomante non dal mercato

Il prezzo di un consulto di cartomanzia è definito dal cartomante, da quello che si sente di dover chiedere per la sua arte. Ci sono cartomanti bravissimi che operano a basso prezzo, perché vogliono comunque aiutare chi ha bisogno di sapere, e chiedono poco solo perché anche loro devono vivere. Ce ne sono altri, sempre molto bravi, che seguono la strada opposta, ossia si fanno pagare cifre più importanti perché hanno deciso che se uno non può pagarle non è un problema loro, altri infine che indipendentemente dal prezzo che fanno pagare non sono bravi, anzi, a volte fanno danni. Tutto questo per dire che non c’è un prezzo di mercato, ma ognuno si regola in base a quello che ritiene giusto per sè e per gli altri che si affidano alla sua arte.

Come riconoscere se la cartomanzia poco costosa ha una valenza uguale, minore o superiore alla cartomanzia che si paga di più? C’è un’unica soluzione: chiama il cartomante e fatti fare il consulto. Solo così, e solo essendo aperto mentalmente alle risposte che ti darà, capirai se il prezzo che hai pagato è troppo o troppo poco. Ma non smettere di farti fare i consulti di cartomanzia, se ci credi, solo perché non ti fidi di un cartomante che si fa pagare a tariffe minime… potrebbe essere il tuo cartomante!